Cappadocia: la natura dall’alto

E dopo dopo ore di macchina e centinaia di chilometri di steppa quasi ripetitiva si giunge sopra un promontorio tufaceo, silenzioso e spopolato.
Sembra un luogo indipendente dal mondo, dove la natura decide da sola le proprie forme. Morbide, colorate, avvolgenti.

_MG_6844

Vi è mai capitato di respirare serenità in un posto che, in realtà, non è per nulla di familiare? E’ quanto mi è capitato a Uchisar, in Cappadocia. Quando arrivi sul suo promontorio non hai il coraggio di parlare. I tuoi occhi non ricordano di aver mai catturato quei colori. Altrove quella serenità che percepisci appena arrivi non esiste._MG_6975_MG_6901
Il suo castello che sovrasta i camini delle fate, la valle a perdita d’occhio, il battito cardiaco che si placa, la difficoltà nel trovare parole adeguate….
Nostalgia._MG_6806

Consiglio: cercate di salire in cima all’ora del tramonto. Lasciate la macchina nella piazzetta del paesino, ai piedi del promontorio, e raggiungete in pochi minuti il castello. Vale la pena pagare le poche lire turche previste per salire quassù (ci sono diversi scalini da fare e per i bambini piccoli non è proprio il massimo).

Annunci

3 thoughts on “Cappadocia: la natura dall’alto

    • Ciao Federica!se non sbaglio ci si passa davanti quindi ho capito benissimo!!questo vuol dire che anche tu quei tramonti li conosci bene. Non credi che quell’atmosfera di serenita’ che si respira te la porti dietro negli anni?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...