Agadir, l’anonima

Ci sarà un posto che avete visitato e che non vi ha lasciato nulla. Uno di quei luoghi di cui siete più che consapevoli non rivedrete mai. Io ce l’ho, senza rifletterci troppo. E ci son stata proprio quest’anno, durante il mio viaggio in Marocco. E’ Agadir.
Una località da poter tranquillamente evitare. Una delle classiche mete “preconfezionate” per il turismo di massa, sia marocchino sia occidentale. Quello che sicuramente va detto è che Agadir è una valida sosta per chi proviene dal sud del Marocco e si sta spostando a nord (o viceversa ovviamente), oppure per raggiungere alcuni “gioielli” marocchini come Taroudant (di cui ho parlato nel post “Taroudant: la scoperta“). Per il resto, fatta eccezione del ristorante francese Le Flore sul lungomare, con del buon pesce fresco alla griglia, tutto e’ evitabile.IMG_1707mod

/

Annunci

8 thoughts on “Agadir, l’anonima

  1. concordo completamente!

    Agadir è del resto stata ricostruita del tutto e male dopo il terribile terremoto degli anni Sessanta.

    in compenso poco a sud, c’è una cittadina, di cui ora non ricordo il nome, forse Tiznit? dove, qualche anno fa, ricominciava il Marocco vero…

    • Sì, e infatti ha risentito completamente di quella distruzione. Ma se pensi a quanto siano invece bellissime alcune località non troppo lontane da Agadir come Tiznit, Mirleft e Teroudant sembra assurdo. Non so ma Agadir non sembra Marocco….eppure la quantità di alberghi e catene che sono nate in questo posto è pazzesca

      • secondo me i turisti non amano il Marocco in se stesso, e ad Agadir trovano proprio quello che cercano, la sua negazione. 😦

        Taroudant! che meraviglioso formaggio di capra in un baracchino della città vecchia!

      • Sì credo tu abbia ragione. E’ pur vero che basti osservare bene la gente che affolla il suo lungomare e scoprire che oltre a tedeschi, inglesi (e russi) ci sono però tantissimi marocchini. Per loro Agadir è la località di mare da raggiungere in estate per un soggiorno, e questa è una storia diversa

  2. Ho pensato e ripensato! Finalmente ho trovato un luogo dove non ritornerei e che non mi ha lasciato nulla…Cayo Guillermo a Cuba, isolato dal mondo, nulla di nulla se non vento e mare persino i Locali non mi hanno trasmesso nulla. Buona giornata
    .max

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...