Bangkok: pillole thailandesi 2

Visitando Bangkok ho capito che non ci si può perdere un giro tra i canali del fiume Chao Phraya. Non fatevi spaventare dal colore di questo fiume; bisogna invece vivere letteralmente la principale arteria d’acqua di questa capitale e i suoi cosiddetti khlong (canali).
E il modo migliore per goderseli è proprio “sfruttandoli”. Partendo dai diversi imbarcaderi presenti lungo il fiume, è possibile fare un giro sul battello (Chao Phraya Express) che si ferma all’altezza delle principali attrazioni di Bangkok (come il Wat Arun, il Wat Pho ecc…) oppure fare un giro sulle tipiche barche thailandesi (le long tail boat). Dall’acqua si svela una Bangkok diversa. Si riesce a percepire il rapporto che gli abitanti hanno con il loro fiume più importante, si possono scrutare, con discrezione, alcune abitudini e assaporare condizioni della quotidianità tipica, e forse a volte atipica per noi occidentali, di una metropoli come Bangkok.
E’ in pratica un’angolazione diversa, inaspettata, fresca e autentica.

Consiglio: a me è capitato di entrare in una piccola agenzia alla fermata dello Skytrain (metropolitana), a Saphan Taksin, e di prenotare un giro in long tail boat, partendo proprio all’altezza di Tha Sathorn. Se decidete di fare un giro su queste imbarcazioni thailandesi, portatevi un giacchino o un foulard da mettervi sulle gambe: ricevere addosso gli schizzi dello sporco Chao Praya non è il massimo…_MG_9615mod_MG_8980mod.

Annunci

4 thoughts on “Bangkok: pillole thailandesi 2

    • Sì, come no, non credere!E’ che sfrutto il più possibile i week end e poi le settimane di ferie, finchè possibile. Il segreto dei viaggi secondo me è proprio la bellezza di interiorizzare quello che si è visto (anche grazie alla fotografia) e poi, man mano, una volta tornati, far proprie le emozioni suscitate, razionalizzare la cultura con cui ci si è confrontati… e poi lo ammetto, sono un po’ adrenalinica

      • che eri adrenalinica lo avevo capito…. sai io per lavoro ho passato quasi 8 anni allestero, germania, inghilterra,spagna,francia, messico,cina,iran,.. e ti devo dire che … ne dobbiamo parlare..di queste esperienze. anche perchè mi hanno canbiato la vita… e la mia mente si è aperta a 360 gradi.. ciao tina..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...