V. Capossela – Il ballo di San Vito

Geniale e imprevedibile. Energia, irriverenza ma anche romanticismo ed intensità. Questo per me è Vinicio Capossela. E questo è il suo “Il ballo di San Vito”, la tarantella, la danza tradizionale e trascinante del Salento.
Sembra che questo ballo sia legato all’effetto provocato dal morso di un ragno, la tarantola appunto che, secondo la tradizione locale, provocava dolore, convulsioni, alterazioni (spesso identificate come possessioni demoniache). Per combattere questi sintomi, il tarantolato doveva ricorrere alla terapia della danza, per espellere il veleno. Ho iniziato a leggere il libro “La terra del rimorso” di De Martino che vi consiglierei se siete incuriositi dal fenomeno del tarantismo.
“…vino, bancarelle, terra arsa e rossa, terra di sud terra di sud, terra di confine, terra di dove finisce la terra…”

… mordimi tarantola, ho voglia di girare su me stessa e ballare, ballare, ballare per alleviare le sofferenze…

Annunci

6 thoughts on “V. Capossela – Il ballo di San Vito

  1. Bellissima canzone, ho amato Vinicio e l’ho visto live al tempo di Ovunque proteggi, da brividi anche se gli album dopo non mi piacciono o forse sono solo io…ho imparato ad amare questa musica meglio ancora questa estate quando sono andato in vacanza in Salento, ho partecipato ad una notte della taranta quella con Mauro Pagani e ti dico mi ha rapito…non avrei mai pensato di comprarmi dei cd di questo genere perchè non fa proprio parte del mio background e invece….
    So del mondo della taranta esiste un film/documentario in bianco e nero particolarissimo, devo ancora guardarlo ma prima o poi…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...