Petra: alla faccia dei Nabatei parte 3

…E finalmente, camminando per più di 1 km in mezzo a pareti alte quasi 80 metri, con il rumore degli zoccoli dei cavalli che echeggiano nel canyon, alla fine della stretta gola del Siq, ovvero l’accesso alla città antica di Petra…eccola, la facciata nabatea del Tesoro.
Davanti agli occhi, in tutta la sua imponenza e grandiosità.
Un capolavoro da lasciare, secolo dopo secolo, senza fiato. Una bellezza commovente, credetemi.
Una facciata ellenistica che sembra voler emergere dalla roccia nella sua sublime grazia.
Una grazia che si sposa con la semplicità dell’interno (non più accessibile) che invece risulta piuttosto spoglio: una sala quadrata “nuda” con alcune nicchie laterali.
Se penso che queste città fu abbandonata e dimenticata dopo anni di splendore, per secoli, fino all’epoca moderna, mi chiedo cosa possa aver provato l’esploratore svizzero Burckhardt nei primi dell’800 nello scoprirla. _MG_2969mod_MG_2978mod

Uno sguardo a questo documentario di Quark… se avete un po’ di tempo e anche interesse

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...